Agosto 5, 2021

Turismo green lungo la “Via dei Franchi”: riqualificazione e rilancio di Ranverso.

Turismo green lungo la “Via dei Franchi”: riqualificazione e rilancio di Ranverso.

Piano nazionale di ripresa e resilienza:
Le proposte di Buttigliera
Anche il nostro Comune ha richiesto di inserire una serie di
progetti all’interno del Pnrr, approvato dal Parlamento, a fine
aprile scorso. Schede progettuali proposte per il finanziamento europeo, finalizzato al rilancio dell’intero continente,
dopo la crisi pandemica, sugli assi dello sviluppo sostenibile, dell’economia green, dell’implementazione delle reti
digitali e infrastrutturali. Le schede progettuali proposte
dall’Amministrazione Comunale sono giunte al Governo per
il tramite della Regione Piemonte. Con l’auspicio vengano
prese in considerazione e ricevano il necessario finanziamento, le proponiamo all’attenzione dei cittadini, anche
per condividere le linee generali di sviluppo del territorio di questa Amministrazione, volte alla trasformazione di
Buttigliera Alta in una “smart city”, sostenibile dal punto di
vista ecologico e ambientale, attrattiva per imprese e investitori, dotata delle necessarie infrastrutture digitali. Le cinque
schede progettuali proposte al Pnrr partono dallo sviluppo
dell’economia turistica e proseguono con il potenziamento
dell’attrattività del polo artigianale di Ferriera, chiudendosi
con investimenti nei settori del dissesto idrogeologico e della
cultura. Progetti che, se realizzati, porteranno a uno sviluppo
territoriale permanente e non spot o occasionale.
Turismo green lungo la “Via dei Franchi”: riqualificazione e rilancio di Ranverso
La prima scheda progettuale inserita nel Pnrr riprende il progetto turistico integrato di cui Buttigliera è capofila, insieme
ai Comuni di Rivoli, Rosta, Villarbasse, Reano, Sant’Antonino,
Chianocco e all’Ente Parco Alpi Cozie, con la partecipazione del Centro Culturale Diocesano di Susa, la Cna, la Città
Metropolitana di Torino, la Fondazione Ordine Mauriziano e
l’Associazione Città del Bio. L’obiettivo è realizzare un polo
turistico in bassa val di Susa, votato alla ricettività sostenibile, sugli assi tematici della cultura e dei monumenti, dello
sport outdoor, delle produzioni biologiche. Un percorso di
visita differenziato, dall’Orrido di Chianocco a Ranverso, passando per la collina morenica e che, per Buttigliera, si concentra su Sant’Antonio di Ranverso, con la trasformazione
dell’antico Ospedaletto in struttura ricettiva con una decina
di camere, spazio ristorazione, produzione, trasformazione e
vendita di preparati officinali, riprendendo lo storico ruolo
della precettoria. Evidenti le ricadute in termini di attrattività del territorio, che vedrebbe un atteso e definitivo rilancio
della propria risorsa monumentale, con creazione di posti di
lavoro nell’ambito della ricettività e delle produzioni biologiche. 14milioni di € il valore complessivo del progetto.

Altri articoli

  • Giugno 16, 2024
    Il simbolo Tau di Ranverso
  • Giugno 8, 2024
    Blues Baldacc ultimo Romanzo dello scrittore Mauro Pecchenino

Eventi e Feste

Eventi e Feste

Schede

Schede