Ottobre 17, 2017

Spazio Tadini, dalla stanza di Van Gogh alla cameretta moderna /nella foto Ersilio Teifreto posa nella Camera di Van Gogh esposta  da Max Camerette

Spazio Tadini, dalla stanza di Van Gogh alla cameretta moderna /nella foto Ersilio Teifreto posa nella Camera di Van Gogh esposta  da Max Camerette

     

  •  

Maxcamerette.it Spazio Tadini, dalla stanza di Van Gogh alla cameretta moderna

Spazio Tadini, dalla stanza di Van Gogh alla cameretta moderna

Scoprire la camera dell’artista

 

Realizzato nel 1888, la Camera di Arles è uno fra gli indiscussi capolavori di Vincent Van Gogh. Come tutti sanno, raffigura la camera del pittore stesso: sulla destra c’è il letto singolo, accanto al letto è posizionata una sedia e un’altra, uguale, si trova sul lato sinistro della stanza. In un angolo, un tavolino in legno. Subito accanto, un attaccapanni. E’ un interno piccolo, estremamente semplice ma accogliente, reso tale anche dai colori e dai diversi quadri appesi alle pareti. L’opera è stata riprodotta a grandezza reale da alcuni artigiani del Consorzio S. Luca di Torino e dall’azienda Arredare In, che ha sede nella medesima città. E proprio tale riproduzione sarà esposta presso la Casa Museo Spazio Tadini, in via Jommelli 24, dal 1 al 16 aprile, nell’ambito del Fuori Salone del Mobile, Milano 2017. La camera rappresenta l’abilità artigiana del Made in Italy che, in questo caso, si è tradotta anche in una nuova concezione e attenzione agli spazi per i giovani e in una particolare attenzione nella ricerca dei colori: la preferenza, infatti, è andata a quelli ecologici. Un percorso ad hoc permette di scoprire le origini delle camere per ragazzi e il modo in cui sono state introdotte nelle case degli italiani. Il visitatore può entrare liberamente nella stanza dell’artista e anche in una cameretta dei giorni nostri, che si trova accanto; in tal modo si mette a confronto il passato e il presente, la tradizione e la tecnologia attuale.

 

 

nella foto Ersilio Teifreto posa nella Camera di Van Gogh esposta  da Max Camerette

Spazio Tadini, dalla stanza di Van Gogh alla cameretta moderna: Il confronto con le camerette di oggi

 

  • Cameretta salvaspazio
  • Spazio Tadini Milano
  • Cameretta Poppyboard di Clei, in mostra allevento

La cameretta, luogo di vita e crescita per i giovani, oggi richiede la capacità di utilizzare, riutilizzare e ottimizzare gli spazi disponibili, che nelle case moderne sono spesso ridotti. Il confronto passato-presente reso possibile dall’allestimento presso la Casa Museo Spazio Tadini, ovvero dall’affiancamento della stanza di Van Gogh e di una cameretta attuale per ragazzi, spiega in modo concreto l’evoluzione dei tempi e delle abitudini familiari e personali, in un vortice culturale di rara suggestione. I visitatori avranno modo di conoscere e apprezzare l’abilità artigiana di maestri falegnami italiani, ma anche il modo in cui gli spazi dell’abitare per i ragazzi si sono trasformati e rinnovati nel tempo. Il percorso è completato dall’esposizione di lavori indimenticabili del maestro Emilio Tadini fra cui il quadro “La camera da letto”, che ha rappresentato la cultura nostrana presso la Casa della cultura Italiana a Parigi per sette anni, e l’opera dedicata a Pampurio, il celebre personaggio del Corriere dei Piccoli. Fondata e gestita dalla famiglia Teifreto, Arredare In è un’azienda specializzata nella creazione di camerette più funzionali e vivibili e ormai vanta una lunga storia legata al mercato internazionale dell’arredamento. Con questa iniziativa offre ai visitatori del Fuori Salone una testimonianza di come il mobile possa rappresentare un’evoluzione in termini non soltanto di tecnologia e funzionalità, ma anche di cultura e divulgazione.

Nella foto centrale una delle camerette Clei che verranno esposte durante l'evento: in 2,16 metri sono racchiuse 4 funzioni: Armadione, letto con libreria, e scrivania.

Marco Meregalli autore? dell'articolo

 

Altri articoli

  • Luglio 17, 2024
    AFOM Mauriziano Sant’Antonio Abate nella mano sinistra tiene il libro con la regola dell’Ordine Antoniano?
  • Luglio 16, 2024
    La Fòcara 2017 Paolo Del Debbio L’Homo Novoliensis ha fatto la Fòcara una memoria che rivive e la sentite dentro di voi

Eventi e Feste

Eventi e Feste

Schede

Schede