Ottobre 17, 2017

Scaricare “1 S. Antonio di Ranverso AFFRESCHI E PITTURE Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria.”

Scaricare “1 S. Antonio di Ranverso AFFRESCHI E PITTURE Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria.”

2

1 S. Antonio di Ranverso AFFRESCHI E PITTURE Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria.

Pubblicato Arianna Mancini, Modificato 6 anni fa

  • 44 Visualizzazioni

Presentazione sul tema: "1 S. Antonio di Ranverso AFFRESCHI E PITTURE Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria." — Transcript della presentazione:

  • Slide 1

     
    1 S. Antonio di Ranverso AFFRESCHI E PITTURE Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 2

     
    2 LA NAVATA CENTRALE E LE CAPPELLE LATERALI Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 3

     
    3 Entrando nella chiesa si nota, sulla parete di sinistra, un affresco della Madonna con bambino fra S. Antonio Abate e S. Bernardino da Siena. Ai piedi della Madonna è inginocchiata una figura femminile che rappresenta la sig.ra Bianchina, moglie del committente dellaffresco Eusebio Raspa. Sulla sinistra della medesima parete sono ancora visibili tracce di un affresco che rappresenta Gesù, S. Pietro e S. Paolo. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 4

     
    4 Nella cappella sottostante allaffresco della Madonna con il bambino vi è un bassorilievo che rappresenta S. Isidoro, intento a lavorare il campo, aiutato da un Angelo. Sulle pareti vi sono le tracce di un velario ricamato Allinterno della prima cappella, a sinistra della navata centrale, vi sono alcuni affreschi realizzati intorno a 1395 e attribuiti al pittore Pietro da Milano. Rappresentano episodi della storia della Maddalena, una crocifissione e un velario. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 5

     
    5 Allinterno della cappella che si apre sotto al Cristo benedicente, ci sono affreschi di Giacomo Jaquerio, che rappresentano la storia della Vergine, lAdorazione dei Magi, la presentazione di Gesù al Tempio, S. Eutropio e S. Dionigi e, come sfondo, tracce di un velario ricamato. Sempre a sinistra, sopra allultima arcata della navata si trova un Cristo benedicente fra i simboli degli Evangelisti e sei Apostoli, affreschi molto deperiti risalenti agli inizi del XIV secolo. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 6

     
    6 Lungo la parete sud della navata centrale si apre la cappella di S. Biagio, anchessa affrescata da G. Jaquerio. Ai lati della finestra di fondo sono rappresentati Santa Barbara e due santi, sulle pareti episodi della vita di S. Biagio. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 7

     
    7 Su una delle due volte della cappella sono effigiati i simboli dei quattro Evangelisti e, allinterno di un medaglione, è dipinto un ritratto che secondo alcuni rappresenterebbe il pittore, cioè Giacomo Jaquerio. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 8

     
    8 IL PRESBITERIO, LA SACRESTIA E LABSIDE Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 9

     
    9 Dalla navata centrale si passa al presbiterio, affrescato da Giacomo Jaquerio. Lungo la parete nord, tra le due finestre, è rappresentata la Vergine con in braccio il Bambino. Le finestre ai lati della scena centrale sono decorate con elementi architettonici e sulla superficie degli sguanci sono dipinte figure di Santi allinterno di edicole gotiche: nella finestra di sinistra san Giovanni Battista e santAntonio Abate, nella finestra di destra santa Marta e santa Margherita. Accanto vi sono S. Nicola con a fianco S. Martino. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 10

     
    10 Sotto alla Madonna in trono vi sono le figure di alcuni Profeti dellAntico Testamento. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 11

     
    11 Tra laffresco della Madonna e quello dei profeti vi è un'iscrizione autografa di Jaquerio, rinvenuta nel corso dei lavori di restauro del 1914. [Picta] fuit ista capella p[er] manu Iacobi Iaqueri de Taurino Questa precettoria fu dipinta per mano di Giacomo Jaquerio di Torino Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 12

     
    12 [PICTA] FUIT ISTA CAPELLA P[ER] MANU Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 13

     
    13 IACOBI JAQUERI DE TAURINO Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 14

     
    14 Sulla parete destra del presbiterio vediamo affreschi riguardanti la vita di S. Antonio leremita, alcuni pastori che portano in dono a S. Antonio degli animali e la resurrezione di Gesù. Foto Arch. Gritella Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 15

     
    15 Questo ciclo di affreschi, situato nella parte superiore della parete, aveva lo scopo di istruire i fedeli sulla vita di S. Antonio, secondo lusanza tipicamente medievale di educare alla fede mediante le immagini. Le pareti della chiesa, a causa delle frequenti pestilenze, sono state più volte ricoperte a calce e altrettante volte ridipinte. Per questo motivo molti affreschi sono andati persi oppure danneggiati. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 16

     
    16 Nella parte inferiore della parete sono raffigurate scene di vita contadina e pastorale intorno agli archi delle due aperture verso la sacrestia. Si vedono alcuni personaggi condurre animali e viveri, forse verso la benedizione del Santo, un po come si fa ancora oggi a Ranverso e in molte località italiane il 17 gennaio, giorno in cui si festeggia S. Antonio leremita. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 17

     
    17 Nella parte inferiore della parete vi sono tre affreschi raffiguranti la resurrezione di Gesù. Due sono situati nelle lunette delle aperture che conducono in sacrestia, il terzo, quello più significativo, è situato tra le due aperture e rappresenta Gesù nellatto di uscire dalla tomba. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 18

     
    18 Si possono notare: la lancia che ferì al costato Gesù, la corona di spine, i flagelli, il lenzuolo nel quale venne avvolto, la spugna usata per inumidirgli le labbra, le mani di Ponzio Pilato e quelle dei soldati che si giocano a dadi la tunica di Gesù, la borsa coi 30 denari. Intorno a Gesù sono rappresentati i simboli della passione Foto Arch. Gritella Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 19

     
    19 Nella sacrestia si può ammirare la salita al Calvario, il capolavoro di Giacomo Jaquerio, databile intorno al 1430. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 20

     
    20 Molta gente, tra cui soldati e persone del popolo, circonda il Cristo lungo il doloroso cammino. Questo affresco rappresenta, con uno stile molto realistico ed espressivo, il percorso di Gesù verso la crocifissione. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 21

     
    21 La parte superiore del dipinto è caratterizzata da lance, bandiere e alabarde che si intersecano, dando così profondità alle immagini. In basso a sinistra è raffigurato il panno che la donna chiamata Veronica usò per detergere il volto di Gesù. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 22

     
    22 Anche le altre pareti della sacrestia sono state affrescate da Jaquerio. A sinistra della salita al Calvario vi è lannunciazione Di fronte vi sono i Santi Pietro e Paolo. A destra è raffigurata la preghiera nellorto degli ulivi Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 23

     
    23 Sul soffitto della sacrestia sono rappresentati i quattro evangelisti con i loro simboli San MatteoSan Giovanni San MarcoSan Luca Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 24

     
    24 Nellabside, sopra allaltare maggiore, è situato un prezioso Polittico dipinto dal pittore Defendente Ferrari. Fu donato nel 1531 alla Precettoria di S. Antonio dai cittadini di Moncalieri, come ringraziamento per la fine di una pestilenza. La struttura è in legno dorato, decorato con lesene, capitelli e ornamenti scolpiti. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 25

     
    25 Allinterno della cornice architettonica in legno dorato sono rappresentati la Natività, nello scomparto centrale, a sinistra S. Antonio Abate (in basso) e S. Sebastiano ( in alto), a destra S. Rocco (in basso) e S. Bernardino da Siena (in alto) nella predella sono illustrati sette episodi della vita di S. Antonio.

    Slide 26

     
    26 Sulle ante laterali, entro le quali il polittico può essere chiuso, sono raffigurate figure di Santi. Nellanta sinistra S. Maurizio (in alto), S. Gerolamo (in basso), in quella destra S. Antonio con S. Paolo abate (in alto), S. Cristoforo (in basso). Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 27

     
    27 Giacomo Jaquerio Giacomo Jaquerio nacque a Torino intorno al 1375 e morì, sempre a Torino, nel 1453. Apparteneva a una famiglia di pittori e fu un rappresentante della pittura tardo gotica, caratterizzata da una forte tendenza al realismo, allespressività e alla cura dei particolari. La prima parte della sua vita si svolse attraverso continui spostamenti tra Torino, Ginevra ed altre località d'oltralpe. Alcune notizie su … Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 28

     
    28 Lavorò a S. Antonio di Ranverso a partire dai primi anni del 400, fino alla metà del secolo. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 29

     
    29 Nel presbiterio, vicino alla cancellata, è collocata la statua di S. Antonio abate: nella mano destra regge il bastone del pellegrino e la campanella, nella sinistra la Regola di S. Agostino; sulla spalla sinistra del saio è applicata la lettera Tau azzurra e ai suoi piedi cè un porcellino. Alle spalle del Santo, sulla parete decorata con un velario, si notano le tracce di più strati di intonaco, stesi e affrescati nel corso del Medioevo. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 30

     
    30 Questo velario, di colore rosso scuro, è decorato con fiammelle, campanelle e Tau: tutti simboli legati al culto di S. Antonio e alla tradizione dei monaci antoniani. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

    Slide 31

     
    31 E interessante notare che nella chiesa le chiavi di volta (cioè i punti in cui si incontrano gli spicchi delle volte a crociera) sono decorate con la lettera Tau, con stemmi gentilizi oppure con rappresentazioni stilizzate del sole, che, nelliconografia medievale, simboleggia la divinità. Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria di I grado Giacomo Jaquerio – Buttigliera Alta – TO

Scaricare "1 S. Antonio di Ranverso AFFRESCHI E PITTURE Claudia Sponton – Piano di diffusione delle Lavagne Interattive Multimediali- 2009/2010 – Scuola Secondaria."

Altri articoli

  • Luglio 17, 2024
    AFOM Mauriziano Sant’Antonio Abate nella mano sinistra tiene il libro con la regola dell’Ordine Antoniano?
  • Luglio 16, 2024
    La Fòcara 2017 Paolo Del Debbio L’Homo Novoliensis ha fatto la Fòcara una memoria che rivive e la sentite dentro di voi

Eventi e Feste

Eventi e Feste

Schede

Schede