Ottobre 17, 2017

News ToriNovoli di Ersilio Teifreto Durante il fuori salone di Milano 2017 Il Centro Italiano per la cameretta Van Gogh bedroom alloggia nella Casa Museo Multiforme Spazio Tadini

News ToriNovoli di Ersilio Teifreto Durante il fuori salone di Milano 2017 Il Centro Italiano per la cameretta Van Gogh bedroom alloggia nella Casa Museo Multiforme Spazio Tadini

 

 

Il Centro Italiano per la cameretta

Van Gogh  bedroom alloggia 

nella Casa Museo Multiforme Spazio Tadini

In occasione del fuori Salone di Milano ieri 01/04/2017alle ore 18.00 c’è stata l’inaugurazione   della Camera di Van Gogh ricostruita in grandezza naturale dagli artigiani del Consorzio San Luca di Torino, Francesco e Melina Tadini  responsabili del Museo in linea con il DNA di Emilio Tadini fautore in Italia del rivoluzionario modo di presentare l’arte , la cultura  e l’artigianato  sia nelle gallerie, musei, in spazi pubblici che nei Showroom, l’idea rivoluzionaria  di Emilio oggi è in piena sintonia con il fuori Salone del Mobile. La Casa Museo Spazio Tadini  durante il fuori salone di Milano 2017 accoglie una collezione di arredi design di Arredare In Max Camerette dotati di tecnologia  brevettata  del terzo millennio multifunzionali, la mostra organizzata al Museum Tadini è stata possibile grazie alla collaborazione  che l’azienda ha intrapreso con il  Prof. Mauro Pecchenino Docente Universitario in comunicazione d’impresa integrata, l’allestimento è stato  supportato dal Centro Italiano per la cameretta. L’azienda italiana di design Arredare In, amanti della Van Gogh Bedroom , e dell’artigianato artistico, coadiuvati dal Prof. Pecchenino  da tempo segue il percorso di Adozione Culturale  adottando  la “Camera di Vincent Van Gogh in Arles” e lo fa nella città simbolo di avanguardie artistico-culturali e di modernizzazione. Lo  Showroom  ha aperto al pubblico gratuitamente, il grande spazio espositivo  disposto su un unico piano terra, riunisce nel complesso 57  aziende tutte dedicate all'arredamento per la casa . Lo spazio è stato concepito come un hot-spot di ultima generazione, completamente arredato come se fosse un loft. Offre al pubblico un nuovo concetto d’arredamento per tutta la casa, introducendo, anche nel mercato Lombardo e Ligure, quei concetti di modularità  multifunzionalità e di design sistemico di cui Arredare In Max Camerette si fa portatrice da molti anni. Lo spazio di  900  mq, l’azienda italiana presenta tutte le novità di prodotto, oltre l’appartamento trasformabile del terzo millennio –una community creativa –e i Centro Italiano per la cameretta Objects – una serie di arredi dimensioni caratterizzati da design ricercatori, elevata qualità e cura artigianale.

 Torino 2015- 2017 l'Evoluzione nelle cosiddette camerette.

 L'azienda Torinese  Max Camerette con i suoi specialisti dello spazio abitativo ridotto, suggerisce  di  inserire arredamenti  multifunzionali che non necessitano di spazi predefiniti in soli metri 2,16 la cameretta All In One   contiene 4 funzioni,  armadio, letto, scrivania con libreria. 

di Ersilio Teifreto 

Omaggio a  Emilio Tadini avanguardista di Pop art Italiana

Nel DNA del camaleontico  Emilio Tadini era nata  l'idea di presentarsi sia in gallerie che in spazi pubblici e musei. la Casa Museo Spazio Tadini  durante il fuori salone di Milano 2017 accoglie una collezione di arredi design dotati di tecnologia  brevettata  del terzo millennio multifunzionali la mostra è allestita dal Centro Italiano per la cameretta. 

Capita spesso. Rivalutare un artista dopo la sua morte. Oppure, semplicemente, scoprirlo. Personaggi rilevanti nel mondo dell’arte : conduttori, showman, attori, scrittori, cantanti, sia donne che uomini. Soprattutto nel mondo artistico  questo fenomeno è frequente. Semplicemente quando le generazioni che non hanno vissuto determinati scrittori, poeti, cantanti perchè nati dopo, non si accorgono del talento e della grandezza degli artisti del passato, a meno che non siano i genitori a indirizzarli, oppure come Arredare In- Max Camerette. Ma, quando si verifica la morte dell’artista, ecco che i media ne parlano, lo raccontano, visitano le sue opere con maggiore frequenza la pittura , e chiunque prima non ne aveva mai sentito parlare, oppure non aveva approfondito la conoscenza, inizia a nascere la curiosità. Si iniziano a fare ricerche, a visitare la Casa Museo Spazio Tadini, a leggere biografie, e si inizia a scoprire l’arte in questione, oppure rivalutarla, riconsiderarla, perchè magari precedentemente fatta con troppa superficialità e sufficienza. Uno dei casi più recenti riguarda la scomparsa di Emilio Tadini, che ha fatto impennare la presenza nella  galleria d’arte di via Niccolò Jommelli a Milano, anche i più remoti come Van Gogh . Se nella vita sono diventati dei miti per miliardi di persone, dopo la morte  diventano leggende. Forse servirebbe parlarne di più quando sono ancora vivi.

News ToriNovoli di Ersilio Teifreto      

Altri articoli

  • Luglio 17, 2024
    AFOM Mauriziano Sant’Antonio Abate nella mano sinistra tiene il libro con la regola dell’Ordine Antoniano?
  • Luglio 16, 2024
    La Fòcara 2017 Paolo Del Debbio L’Homo Novoliensis ha fatto la Fòcara una memoria che rivive e la sentite dentro di voi

Eventi e Feste

Eventi e Feste

Schede

Schede