Ottobre 17, 2017

Da oltre un anno, un’azienda che ha base a Torino, ARREDARE IN, di Massimiliano Teifreto, con il marchio MAX Camerette (realtà abitativa inventata dai genitori Ersilio e Pina, circa 40 anni fa) ha iniziato una campagna di Adozione culturale e il 12 novembre, nella sua sede, sosterrà una performance pubblica, di fronte ai suoi giovani fan, di Christian Lucia, campione italiano di Muay Thay e pronto per affrontare le sfide del titolo europeo. Ecco l’azienda italiana che comunica.

Da oltre un anno, un’azienda che ha base a Torino, ARREDARE IN, di Massimiliano Teifreto, con il marchio MAX Camerette (realtà abitativa inventata dai genitori Ersilio e Pina, circa 40 anni fa) ha iniziato una campagna di Adozione culturale e il 12 novembre, nella sua sede, sosterrà una performance pubblica, di fronte ai suoi giovani fan, di Christian Lucia, campione italiano di Muay Thay e pronto per affrontare le sfide del titolo europeo. Ecco l’azienda italiana che comunica.

Navigation MenuChi SiamoContattaciPubblicità

Una finestra sul mondo

 

Flip Flash News

Navigation MenuHomeAttualità- Italia- World WideCultura- Teatro & Cinema- Arte & MusicaSocietà- Lifestyle- Food- TechI Viaggi di FlipLe Rubriche di Flip- Il Posto dove Andare- Consiglio di LetturaL’editoriale

L’Azienda italiana e l’Adozione culturale

Nov 09, 2016 Attualità, Italia


rsz_schermata_2016-11-09_alle_111348

Christian Lucia, Campione Italiano di Muay Thai

In Italia non è un buon momento per le imprese. In questa lunga crisi, con governi che sembrano ignorare la realtà del Lavoro, l’impresa made in Italy, in particolare la piccola e media, fanno fatica ad andare avanti sui mercati. Tagliano il personale e ignorano la Comunicazione, ritenendola una sorta di lusso del quale si può fare a meno.

In altri Paesi europei e in USA le cose vanno meglio, ma da quelle parti sanno e capiscono che senza il supporto “fraterno” della Comunicazione non si fa molta strada. E invece, la Comunicazione rimane un toccasana, un unguento per i malanni, per le botte di ogni tipo e l’azienda si può medicare, sentire meno il dolore e andare avanti.

Anche in Italia esistono però aziende che comprendono questo paradigma e comunicano, in proporzione ai loro mezzi.

Uno degli strumenti di Comunicazione d’Impresa più duttili ed efficaci è l’Adozione culturale che si può estrinsecare su più fronti: l’arte, la narrativa, la poesia, il cinema, il giornalismo e in senso più lato, lo sport. In termini semplici, si può dire che con l’Adozione culturale un’azienda sostiene l’attività di un giovane pittore, musicista, scrittore o sportivo, facilitando le sue esibizioni in pubblico, con concerti, performance, esibizioni, esponendone il lavoro, sostenendo i suoi studi di perfezionamento.

Da oltre un anno, un’azienda che ha base a Torino, ARREDARE IN, di Massimiliano Teifreto, con il marchio MAX Camerette (realtà abitativa inventata dai genitori Ersilio e Pina, circa 40 anni fa) ha iniziato una campagna di Adozione culturale e il 12 novembre, nella sua sede, sosterrà una performance pubblica, di fronte ai suoi giovani fan, di Christian Lucia, campione italiano di Muay Thay e pronto per affrontare le sfide del titolo europeo.

Ecco l’azienda italiana che comunica.

Laura Garaventa di Garaventa

happy wheels


Altri articoli

  • Luglio 13, 2024
    Restauri e tutela dei beni che fanno la storia dei monaci Antoniani di Ranverso
  • Luglio 11, 2024
    Il campanello di Sant’Antonio Abate inciso sulla stele in granito di Ranverso.

Eventi e Feste

Eventi e Feste

Schede

Schede