Ottobre 12, 2017

Sutta la Cupa Abbasciu le tajate Da qui non si vede il mare

Sutta la Cupa Abbasciu le tajate Da qui non si vede il mare

Il Gal 'Valle della Cupa' apre gli Open Day: oggi l'inaugurazione del nuovo grande percorso

Sei in » Home » Turismo » Viaggi & Itinerari

23/10/2015 | 07:49

  1 commento

Dopo oltre un anno dal progetto, il Gal 'Valle della Cupa' annuncia l'apertura di un nuovo percorso per la mobilità lenta: oggi l'inaugurazione dei Cinque giorni di Open Day, tra laboratori, esposizione e degustazioni. In serata il dibattito sul Distretto Turistico del Salento.

Il paesaggio del Salento

Il paesaggio del Salento

 

Dal Salento. E’ fissato per oggi pomeriggio, venerdì 23 ottobre, a partire dalle ore 18.00, presso la sede del Gal a Trepuzzi, in via Surbo, l'Open Day del Gal ‘Valle della Cupa’. Sarà un'occasione di dialogo con il territorio salentino, per raccontare le esperienze vissute fin qui attraverso il coinvolgimento delle comunità locali. L’Open Day durerà cinque giorni, in cui si susseguiranno laboratori, esposizioni, degustazioni, tavole rotonde e approfondimenti per scoprire e riscoprire le dodici terre del Gal ‘Valle della Cupa’. L’iniziativa vedrà il coinvolgimento anche delle scuole del territorio: i ragazzi, infatti, saranno guidati attraverso percorsi di conoscenza, alla scoperta delle peculiarità della Valle della Cupa e delle produzioni tipiche. Per la giornata inaugurale, verranno proposti laboratori di pietra leccese, terracotta e ricamo, oltre ad un laboratorio del gusto per la promozione della dieta mediterranea. Sarà disponibile, inoltre, uno spazio esperienziale, nel quale sarà possibile immergersi completamente nei sapori, negli odori e nelle percezioni tattili del nostro territorio, attraverso il percorso 'Bozzetti di viaggio tra saperi e sapori'.

Nel corso della serata, poi, verrà inaugurato anche il nuovo grande percorso a mobilità lenta che attraverserà l’intera Valle della Cupa. Un lavoro di oltre un anno, ma che alla fine vedrà la sua nascita: un percorso di itinerari e cartellonistica nelle terre della Valle della Cupa. Si tratta di un programma che si è sviluppato per tutto l’entroterra del territorio in questione e che partirà da Squinzano fino ad arrivare a San Donato di Lecce: un progetto complesso, ma anche innovativo, e che mette al centro il tema della mobilità lenta affiancata alla scoperta di una parte del territorio salentino. I lavori, che hanno avuto un costo complessivo di circa mezzo milione di euro, hanno interessato tanti comuni dell’hinterland leccese e anche oltre. Il progetto, infatti, è stato suddiviso in tre macro aree di intervento, per la realizzazione di altrettanti lotti. Il primo ha visto per protagonisti i comuni di Cavallino, Lizzanello, San Donato e San Cesario, il secondo quelli di Lequile, San Pietro in Lama, Monteroni e Arnesano, mentre il terzo ed ultimo lotto ha insistito sulle aree dei comuni di Novoli, Squinzano, Trepuzzi e Surbo, tutti facenti parte delle terre del Gal ‘Valle della Cupa’.
Un progetto che dal Gal descrivono ambizioso e faticoso ma che dopo tanti incontri con le amministrazioni e le associazioni e che hanno visto come fase preliminare i sopralluoghi di strade e stradine, alla fine sono state individuate le aree capaci di formare un reticolo di interconnessioni.
L’obiettivo è semplice: sensibilizzare alla mobilità caratterizzata dalle escursioni in bicicletta e a piedi alla scoperta delle meraviglie del Salento, con i suoi paesaggi e panorami mozzafiato. Sono state le campagne, quindi, le zone individuate come adatte per la mobilità lenta: aree rurali inizialmente scollegate ma che adesso è possibile visitare tutte d’un fiato. Tutti i Borghi dei comuni della Valle della Cupa, dunque, ora sono interconnessi tra loro. Dopo circa un anno di progettazione ed esecuzione, quindi, il cantiere è pronto ad essere aperto con le vecchie aree di campagna abbandonate che nasceranno a luce nuova. Dalle ore 19.15, poi, con la presenza dei Sindaci dei comuni della Valle della Cupa, si terrà una Tavola Rotonda sui Distretti Turistici: l’idea, lanciata dal Prefetto di Lecce Palomba di creare un Distretto Turistico del Salento, potrebbe infatti portare a tante opportunità per il territorio.

Autore: Giulio Serafino

Altri articoli

  • Aprile 16, 2024
    Pitture, Affreschi e Polittico
  • Aprile 14, 2024
    Lia Apparuti

Eventi e Feste

Eventi e Feste

Schede

Schede