Dicembre 16, 2023

PaiseMiu. Buongiorno Sig. Direttore Antonio Soleti , scrivo questo articolo per ricordare e commemorare il giorno 11/12/2023 l’anniversario della morte dell’amico Antoniano Mario Rossi.

PaiseMiu. Buongiorno Sig. Direttore Antonio Soleti , scrivo questo articolo per ricordare e commemorare il giorno 11/12/2023 l’anniversario della morte dell’amico Antoniano Mario Rossi.

Buongiorno Sig. Direttore Antonio Soleti , scrivo questo articolo per ricordare e commemorare il giorno 11/12/2023 l’anniversario della morte dell’amico Antoniano Mario Rossi, ci sentivamo al telefono era amante e affascinato della storia di Ranverso  mi confessava che da tempo avrebbe voluto  venire a visitare questo luogo il primo Nato  in Italia e dedicato a Sant’Antonio Abate, quando venivo a Novoli per la festa ci cercavamo, vi invio una foto, l’ultima telefonata la ricevetti verso il 15 di Novembre 2022 mi parlava di un progetto inedito voleva progettare ed effettuare una mostra dei Santini e altri oggetti es…figure sacre e quadri del Santo Patrono come location il  Pronao dell’Abbazia Medievale Precettoriale di Sant’Antonio di Ranverso per raccontare perchè e come gli Antoniani arrivarono nel 1.100 a Ranverso narrando la vita di Sant’Antonio Abate che compare in basso sulla Predella del Polittico della Natività di Defendente Ferrari rappresentata su 7 tavole ed altre icone del Santo del deserto, gli articoli di Mario nel 2008 varcarono il Salento ed arrivarono a Torino li feci pubblicare da AFOM dove sono consigliere e non vi nascondiamo che anche a Torino e in Francia presso la Casa Madre abbiamo scoperto con Mario molte cose sulla storia di Antonio Abate 

“Anche Mario parlava di segni del sacro per il Santo nel nome del Fuoco ”:

I segni del sacro – chiese rupestri, pilono votivi , cappelle primitive, nicchie e tavole votive per Antonio l’Eremita”, Mario Rossi, era un vera memoria storica Antoniana ed Europea vivente e quella della culturale Novolese.,

Un lavoro iniziato con moltissimo entusiasmo e approvato da tutti, infatti  già anni fa  seguimmo le tracce di Mario, per questi motivi chiediamo agli eredi figli di Mario ed ai ricercatori di Novoli continuatori del progetto dell’amico Mario di metterci in contatto e riprendere il lavoro che Mario per la sua scomparsa non lo ha visto realizzato, i nostri riferimenti Ersilio Teifreto Rappresentante per Ranverso tel. 327/7361011                         

  Internet www.torinovoli.it

in attesa di una sua cortese risposta inviandoci  i recapiti degli eredi richiesti e la pubblicazione dell’articolo sul vostro autorevole Portale Internet ,

 vi inviamo un saluto da Torino Ersilio


Piergiuseppe DE MATTEIS, Sant’Antonio Abate nell’arte e nella tradizione popolare(libro)

27 Giugno 2008/in Studi e Ricerche

Piergiuseppe De Matteis ha progettato per l’Editore Il Parametro, un libro intitolato Sant’Antonio Abate, nell’arte e nella tradizione popolare.
Siccome ha intenzione d’illustrarlo, anche, con riproduzioni di opere (dipinti, sculture, opere grafiche) che raffigurano il Santo monaco anacoreta, eseguite da artisti noti e ignoti, selezionati in modo che a lavori ultimati il tasso artistico dell’insieme editato risulti il più alto possibile.
Le opere ordinate e “schedate” qui di seguito sono una anticipazione. Con la promessa che non sarà privilegiata eccessivamente l’iconologia più popolaresca e straconosciuta costituita dalla statuaria devozionale stereotipa, dai santini cartacei e dall’oggettistica iconizzata con l’effigie del Santo maialato.
L’iconologia più nota e illustre, costituita da opere eseguite da artisti già museificati e monografati, sarà censita in una appendice, riproducendo le opere nelle quali risultano raffigurate le tentazioni demoniache firmate da: Giacomo Jaquerio (1375?-1453), Martin Schongauer (1448-1491), Hieronymus Bosch (1450-1516), Matthias Grunewald (1475-1528), Jan Brueghel il Vecchio (1525-1569), David Tenier il giovane (1610-1690), Paul Cézanne (1839-1906), Odilon Redon (1840-1916), Max Ernst (1891-1976), Salvador Dalì (1904-1989). La Storia di Sant’Antonio che Michelangelo Buonarroti (1475-1564) avrebbe copiato dallo Schongauer, noto in Italia anche come Bel Martino o Martino D’Anversa: dando credito a ciò che ha scritto il Vasari, completerà il libro con i sette episodi della Vita del Santo affrescati nel 1426 da Giacomo Jaquerio nell’Abbazia di Sant’Antonio in Ranverso (Torino).

Autore: Enzo Ross-Roiss

Info: Il Parametro Editore, http://www.ilparametro.it

Altri articoli

  • Maggio 17, 2024
    Decesso dell’Amico Robert Bricault.
  • Maggio 16, 2024
    AFAA primo Congresso sugli Antoniani

Eventi e Feste

Eventi e Feste

Schede

Schede