Agosto 19, 2023

Finita l’epoca della Famiglia Domenico Robasto gestori Storici della Cascina Nuova per 40 anni e fittaioli dei terreni di fronte alla Chiesa Precettoriale.Desta notevole preoccupazione tra i cittadini di Rosta e Buttigliera 2012 la decisione della Regione Piemonte di rendere alienabile il terreno attorno all’abbazia di Sant’Antonio di Ranverso.

Finita l’epoca della Famiglia Domenico Robasto gestori Storici della Cascina Nuova per 40 anni e fittaioli dei terreni di fronte alla Chiesa Precettoriale.Desta notevole preoccupazione tra i cittadini di Rosta e Buttigliera 2012 la decisione della Regione Piemonte di rendere alienabile il terreno attorno all’abbazia di Sant’Antonio di Ranverso.

Desta notevole preoccupazione tra i cittadini di Rosta e Buttigliera la decisione della Regione Piemonte di rendere alienabile il terreno attorno all’abbazia di Sant’Antonio di Ranverso, nella Bassa Val di Susa, alle porte dell’area metropolitana torinese.

La giunta Cota ha reso alienabile quest’area, di elevato valore culturale, paesaggistico e ambientale, e conta di mettere in vendita un appezzamento che fa gola, data la sua posizione accanto a mercati immobiliari interessanti. Un affare interessante per i bilanci della Regione, che incamererebbe sull’ordine di 1,5 milioni di euro per l’alienazione dei terreni considerandoli agricoli, commerciabili a un “prezzo” di 3 euro al metro quadro.

Non solo, ma quest’area, che approssimativamente si estende per 500mila metri quadri, diventerebbe ancor più “interessante” se la Regione approvasse la rimozione del vincolo di tutela paesaggistica apposto dalla precedente giunta Bresso, che aveva tentato di salvaguardare l’area non solo apponendo il suddetto vincolo, ma anche acquistando di tasca sua i terreni.

Ragionevolmente l’area politica di opposizione ha recentemente espresso malcontento, attraverso gli interventi del consigliere regionale del Pd Nino Boeti, noto politico rivolese, e soprattutto attraverso le esternazioni del sindaco di Rosta, Andrea Tragaioli, e il vicesindaco della contigua Buttigliera Alta, Mauro Usseglio-Min, convinti oppositori dell’operazione, ma, in quanto esponenti politici di livello comunale – quello maggiormente responsabile delle trasformazioni del territorio – maggiormente esposti alle mire speculative dei privati. In prima fila tra gli oppositori anche il Movimento 5 stelle, che ha espresso notevole preoccupazione attraverso il capogruppo in consiglio comunale a Rosta, Dimitri De Vita.

A questo punto della situazione si prospettano due possibili strade da percorrere.

La vendita del terreno con destinazione agricola e incorporato vincolo paesaggistico potrebbe essere comunque una soluzione che “salva capra e cavoli, in quanto la Regione incamererebbe gli utili ma, di fatto, non verrebbe modificato lo stato di fatto. Tuttavia sarebbero in pochi i potenziali acquirenti interessati ad appezzamenti agricoli in un territorio pieno di terreni coltivabili.

La seconda strada, quella da evitare, è rappresentata dall’eliminazione del vincolo paesaggistico e la cessione a privati dei terreni come parzialmente edificabili. Anche in questo caso verrebbero salvaguardati gli interessi di bilancio della Regione, ma non quelli delle comunità locali, a cui però, spetta l’ultima parola: solo attraverso la formazione di un Piano Regolatore comunale possono essere attribuiti indici di fabbricabilità ai terreni, e non è detto che gli attuali sindaci siano intenzionati a farlo…

Francesco Siviglia

(foto tratta da www.minniti.info)

Share on FacebookTweet

11) Terreni
agricoli
in Sant’Antonio
di Ranverso
nei Comuni di
Buttigliera Alta
e Rosta
(affitto agrario)
Contratto rep.
n. 15466
del 16.07.2010
Decorrenza:
11.11.2008 Scadenza:
10.11.2019
Robasto Domenico
Due rate annuali
anticipate aventi
scadenza il 15
gennaio e il 15
luglio di ciascuna
annata in corso
Ad ogni scadenza
annuale, nella
misura del 75%
della variazione
accertata
dall’ISTAT
dell’indice dei
prezzi al consumo
per le famiglie di
operai ed
impiegati,
verificatasi
nell’anno
precedente
€ 5.600,71
(cap. 30196)
L’affittuario ha pagato l’importo del canone
di affitto agrario dovuto per il 2019, ma
permane un residuo debito di euro 0,51.
Non vi sono importi non pagati di annualità
pregresse.
Sono a carico
dell’affittuario la
manutenzione ordinaria
e alcune manutenzioni
straordinarie dettagliate
nel contratto
12) Terreni
agricoli
in Sant’Antonio
di Ranverso
nei Comuni di
Buttigliera Alta
e Rosta
(affitto agrario)
Contratto rep.
n. 15467
del 16.07.2010
Decorrenza:
11.11.2008 al
scadenza: 10.11.2019
Società Agricola
Semplice Forgia
Domenico e Marcello
Due rate annuali
anticipate aventi
scadenza il 15
gennaio e il 15
luglio di ciascuna
annata in corso
Ad ogni scadenza
annuale, nella
misura del 75%
della variazione
accertata
dall’ISTAT
dell’indice dei
prezzi al consumo
per le famiglie di
operai ed
impiegati,
verificatasi
nell’anno
precedente
€ 2.819,56
(cap. 30196)
L’affittuaria ha pagato l’importo del canone
di affitto agrario dovuto per il 2019. Non vi
sono importi non pagati di annualità
pregresse.
Sono a carico
dell’affittuaria la
manutenzione ordinaria
e alcune manutenzioni
straordinarie dettagliate
nel contratto
ALLEGATO 25)
63
13) Terreni
agricoli
in Sant’Antonio
di Ranverso
nei Comuni di
Buttigliera Alta
e Rosta
(affitto agrario)
Contratto rep.
n. 15468
del 16.07.2010
Decorrenza:
11.11.2008 Scadenza:
10.11.2019
Audisio Sergio
Due rate annuali
anticipate aventi
scadenza il 15
gennaio e il 15
luglio di ciascuna
annata in corso
Ad ogni scadenza
annuale, nella
misura del 75%
della variazione
accertata
dall’ISTAT
dell’indice dei
prezzi al consumo
per le famiglie di
operai ed
impiegati,
verificatasi
nell’anno
precedente
€ 6.507,53
(cap. 30196)
L’affittuario ha pagato l’importo del canone
di affitto agrario dovuto per il 2019. Non vi
sono importi non pagati di annualità
pregresse.
Sono a carico
dell’affittuario la
manutenzione ordinaria
e alcune manutenzioni
straordinarie dettagliate
nel contratto
14) Terreni
agricoli
in Sant’Antonio
di Ranverso
nei Comuni di
Buttigliera Alta
e Rosta
(affitto agrario)
Contratto rep.
n. 15469
del 16.07.2010
Decorrenza:11.11.200
8 scadenza:
10.11.2019
Audisio Gianfranco
Due rate annuali
anticipate aventi
scadenza il 15
gennaio e il 15
luglio di ciascuna
annata in corso
Ad ogni scadenza
annuale, nella
misura del 75%
della variazione
accertata
dall’ISTAT
dell’indice dei
prezzi al consumo
per le famiglie di
operai ed
impiegati,
verificatasi
nell’anno
precedente
€ 1.946,84
(cap. 30196)
L’affittuario ha pagato l’importo del canone
di affitto agrario dovuto per il 2019. Non vi
sono importi non pagati di annualità
pregresse.
Sono a carico
dell’affittuario la
manutenzione ordinaria
e alcune manutenzioni
straordinarie dettagliate
nel contratto
15) Torino,
Corso Stati
Uniti n. 21
(sublocazione
di alcuni locali
ad uso ufficio)
Contratto di
sublocazione
rep. n. 14914
del 30.11.2009
(recesso da
parte della
Regione alla
data del
16.09.2016)
Decorrenza:
14.04.2009. Recesso
esercitato dalla
Regione per la data del
16.09.2016.
Il Consorzio rimane
temporaneamente in
regime di occupazione
sino al rilascio della
restante porzione
dell’immobile da parte
della Regione, già in
locazione passiva ed
ora in regime di
occupazione
Consorzio Smaltimento
Rifiuti di origine animale
Rate trimestrali
anticipate
Ad ogni scadenza
annuale, nella
misura del 75%
della variazione
accertata
dall’ISTAT
dell’indice dei
prezzi al consumo
per le famiglie di
operai ed
impiegati,
verificatasi
nell’anno
precedente a
decorrere dal 14
aprile
€ 13.018,99
(cap. 30200)
Il Consorzio ha corrisposto l’indennità di
occupazione e la quota degli oneri per
l’utilizzo dei locali per il periodo
dall’1.01.2019 al 31.12.2019. Non vi sono
importi non pagati di annualità pregresse.
Trattandosi di immobile
già in locazione
passiva alla Regione la
manutenzione
straordinaria spetta alla
Proprietà
ALLEGATO 25)
64
16) Torino, via
San Domenico
n. 46/Corso
Principe
Eugenio n. 36
(locazione di
unità
immobiliare ad
uso uffici)
Contratto di
locazione
rep. n. 249 del
10.08.2015
Decorrenza:
10.08.2015
Scadenza: 9.08.2023
Regione francese
Auvergne-Rhone-Alpes
Rate trimestrali
anticipate
Ad ogni scadenza
annuale, nella
misura del 75%
della variazione
accertata
dall’ISTAT
dell’indice dei
prezzi al consumo
per le famiglie di
operai ed
impiegati,
verificatasi
nell’anno
precedente
€ 34.365,58
(cap. 30196)
Pagamenti regolari. Non vi sono importi
non pagati di annualità pregresse.
Gli oneri per la
conservazione e la
manutenzione della
cosa locata sono
ripartiti tra le parti
secondo legge (artt.
1576 e 1609 c.c.)
17) Verzuolo
(CN), Via Don
Orione n. 37
(locazione di
porzione
dell’immobile di
proprietà
regionale,
destinata ad
attività
formative)
Contratto di
locazione
rep. n. 410 del
20.12.2016
anni sei dal
20.12.2016,
rinnovabile unicamente
alla prima scadenza
ma con facoltà della
Regione Piemonte di
esercitare il diniego di
rinnovo per la
sopravvenuta
necessità di utilizzo dei
locali a fini istituzionali
Azienda Formazione
Professionale A.F.P.
S.c.a.r.l.
Rate
quadrimestrali
posticipate
Ad ogni scadenza
annuale, nella
misura del 75%
della variazione
accertata
dall’ISTAT
dell’indice dei
prezzi al consumo
per le famiglie di
operai ed
impiegati,
verificatasi
nell’anno
precedente – a
decorrere dal 20
dicembremisura
del 75% della
variazione
accertata
dall’ISTAT
dell’indice dei
prezzi al consumo
per le famiglie di
operai ed
impiegati,
verificatasi
nell’anno
precedente – a
decorrere dal 20
dicembre
Euro
95.057,63, di
cui euro
76.958,90
per canone
2019 (cap.
30196) , euro
18.098,73per
indennità di
occupazione
pregresse
rateizzate
(cap. 39580),
oltre interessi
legali
Il debitore ha pagato l’importo del canone
di locazione per il 2019 e l’importo
rateizzato delle indennità di occupazione
pregresse, per la quota da corrispondersi
nel 2019, con gli interessi legali.
Le riparazioni di cui agli
artt. 1576 e 1609 c.c.,
la manutenzione
ordinaria di quanto
locato e tutte le
riparazioni e
sostituzioni
conseguenti a danni
provocati da
negligenza. Le spese di
gestione e di
manutenzione ordinaria
dell’impianto di
riscaldamento e/o
climatizzazione, gli
interventi di
manutenzione ordinaria
dell’ascensore e quelli
per l’adeguamento
edilizio ed impiantistico
alla normativa vigente
e sopravvenuta. La
Regione rimborsa il 5%
delle spese delle
utenze e della
manutenzione ordinaria
dell’impianto di
riscaldamento e/o
climatizzazione per la
pr esenza nell’immobile
di dipendenti reg

Altri articoli

  • Aprile 23, 2024
    Mosca Sant’Antonio Abate
  • Aprile 18, 2024
    Pina Sorrenti la canosina

Eventi e Feste

Eventi e Feste

Schede

Schede