Ottobre 12, 2017

•Ersilio TEIFRETO. Il Masso erratico di Sant’Antonio di Ranverso.•Laura FENELLI, Dall’eremo alla stalla Italo RUFFINO, Storia ospedaliera antoniana.

•Ersilio TEIFRETO. Il Masso erratico di Sant’Antonio di Ranverso.•Laura FENELLI, Dall’eremo alla stalla Italo RUFFINO, Storia ospedaliera antoniana.

 

 

Bibliografia

Studi e ricerche sugli antichi ospedali di sant’Antonio abate.

“Nel primo Medioevo erano state le schiese e i monasteri a pensare ai poveri e agli ammalati … ma il servizio prestato agli ospiti non era quasi mai stato considerato come l’occupazione principale di una comunità religiosa. Una svolta si ebbe all’epoca della riforma gregoriana, quando i laici cominciarono a partecipare più attivamente alla vita pubblica della Chiesa. Dal XII secolo si trovano abbastanza diffusi in tutti i paesi d’Europa degli ospedali guidati da confraternite … di chierici o di laici, dalle quali talvolta si svilupparono nuovi ordini: gli ordini ospedalieri cavallereschi e non cavallereschi di quest’epoca” (H. Jedin, Storia della Chiesa, Vol. V/1, Jaca Book, Milano 1976, pp. 260-261).
Di uno di questi ordine, forse il prototipo, si parla nelle pagine di questo volume.

 

Articoli recenti

 

Altri articoli

  • Luglio 16, 2024
    Madaro Luigi e Augusto Cavallari Murat, il culto che lega la Chiesa Sant’Antonio Abate di Novoli con l’Abbazia di Sant’Antonio di Ranverso
  • Luglio 11, 2024
    Portavoce il Sig.Teifreto, non migliora la situazione della sicurezza

Eventi e Feste

Eventi e Feste

Schede

Schede